Main Sponsor del VII Convegno GT è Monster4D

Lascia un commento

Monster4D, la Search Marketing Agency leader a livello internazionale nel posizionamento motori di ricerca impegnata da anni nella brand reputation, è Main Sponsor del VII Convegno GT che si terrà il 15 e il 16 dicembre presso il palazzo deiCongressi di Rimini.

Monster4D ha messo al servizio del Convegno GT tutta la competenza dei suoi professionisti e l’esperienza maturata in anni di lavoro nel settore, per la realizzazione di un evento di elevata professionalità che raccoglie, ogni anno, attorno a sé un pubblico di qualità.

È l’unico appuntamento italiano con argomenti innovativi, mai trattati in Italia e all’estero, illustrati dai migliori esperti.

Una “sorta di raduno” come l’ha definito anche Giorgio Taverniti, dedicato a presentazioni riguardanti le tecniche SEO, le problematiche che possono esserci e l’importanza della velocità con la quale si arriva sulla notizia in un universo senza confini come quello del web.

Per restare aggiornati ed essere tra i primi a ricevere tutte le novità, basterà lasciare nome ed e-mail nel form che si trova sul sito ufficiale del Convegno GT.

Annunci

Recupero materie: benvenuto Piano ITS

Commenti disabilitati su Recupero materie: benvenuto Piano ITS

recupero materie- piano ITS

16 regioni, 110 istituti tecnici e professionali, più di 60 province e comuni, 200 imprese, 67 tra università e centri di ricerca, 87 strutture di alta formazione ed altri soggetti pubblici e privati, sono questi tutti i numeri del Piano ITS, progetto tutto italiano che prevede l’attivazione di scuole speciali di tecnologia. Pubblico e privato in partnership, dunque, per valorizzare il made in Italy e rilanciare l’apprendistato.

Gli ITS, infatti, formeranno dei super tecnici, un nuovo percorso formativo per giovani italiani di istruzione terziaria e non universitaria che, diplomati, vorranno scegliere una formazione di alto livello senza optare per il percorso obbligatorio dell’Università.

Finalmente con gli Istituti Tecnici Superiori anche in Italia si potrà offrire un percorso formativo post secondario caratterizzato dall’integrazione di istruzione, formazione e lavoro in parallelo all’offerta formativa universitaria. Inoltre è opportuno qui sottolineare che numerosi corsi accademici a carattere tecnico-professionale saranno sostituiti dagli ITS grazie ai quali potranno essere meglio sviluppati.

Recupero materie: perché è importante farlo bene

Commenti disabilitati su Recupero materie: perché è importante farlo bene

recupero materieSembra che i debiti formativi non facciano più molta paura, almeno a giudicare dall’opinione pubblica che a quanto pare sembra aver dimenticato queste particolari prove. Del bisogno di recuperare tutte le insufficienze entro la fine dell’anno per passare alla classe successiva discutono in pochi e quei pochi si concentrano sull’eventualità più negativa, il ripetere l’anno, piuttosto che sull’importanza di recuperare bene tutte le lacune che si evidenziano durante l’anno scolastico.

Essere carenti su una determinata materia e non ovviare a questa situazione significa nella maggior parte dei casi complicare sempre più una situazione che anche in breve tempo può diventare irreparabile, come un’infiltrazione d’acqua in un muro, all’inizio è piccola, impercettibile, poi se non si prendono i dovuti provvedimento può addirittura far crollare il muro stesso, anche se costruito con buone fondamenta.

I debiti scolastici quindi devono rappresentare per gli studenti delle questioni davvero serie, da prendere con tutto il rigore possibile, anche per questo motivo infatti vengono organizzati da alcune strutture, una tra tutte Grandi Scuole, dei veri e propri corsi di recupero materie, che aiutano gli studenti a migliorare il proprio rendimento scolastico e a comprendere al meglio anche le materie che considerano più ostiche senza lasciare che queste possano compromettere la carriera scolastica.

Recupero materie scolastiche, facile con Grandi Scuole

Commenti disabilitati su Recupero materie scolastiche, facile con Grandi Scuole

recupero materieÈ da poco iniziato questo nuovo anno ed è tempo di bilanci, meglio mettere la testa a posto quindi, sì, sui libri! Incominciamo allora, se non lo si è ancora fatto,  a pensare a quelle materie più ostiche, quelle che creano più problemi, quelle che molto probabilmente dovremmo recuperare alla fine dell’anno.

A questo proposito Grandi Scuole, azienda leader nel settore, ha pensato al servizio recupero materie scolastiche, un vero e proprio percorso didattico che aiuta l’alunno ad evitare i debiti formativi o addirittura di dover ripetere l’anno. Questo percorso didattico, formulato da veri e propri esperti dell’apprendimento, è strutturato secondo logiche di ottimizzazione del tempo dedicato allo studio, così da ottenere il massimo del risultato con il minimo sforzo.

Lezioni mirate e full immersion, attraverso queste due modalità si impartisce allo studente un vero e proprio metodo di studio, utile anche in futuro, come tutti i servizi Grandi Scuole, infatti, anche il recupero materie scolastiche ha delle vere e proprie finalità educative e formative per i ragazzi.

 

La Scuola italiana migliora!

Commenti disabilitati su La Scuola italiana migliora!

recupero materieBuone notizie dall’istruzione: la Scuola migliora. A confermarlo i risultati dell’indagine svolta dal PISA, Programme for International Student Assessment, nell’aprile del 2009. Dati alla mano l’Italia è la nazione che migliora maggiormente nella qualità scolastica a livello mondiale.

Secondo il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Mariastella Gelmini è un risultato eccezionale che ci deve rendere orgogliosi, dopo i tanti investimenti nella qualità dell’istruzione i risultati non hanno tardato ad arrivare, l’Italia infatti sale di sei posizioni nella classifiche europee per la comprensione della lingua italiana, di tre per la matematica e di una per le scienze: è un trend positivo che riguarda tutte e tre le aree di interesse dell’indagine che dimostra come la Scuola sia migliorata e non peggiorata.

Mantenere la giusta concentrazione a scuola con poche regole e cibi giusti

Commenti disabilitati su Mantenere la giusta concentrazione a scuola con poche regole e cibi giusti

Per avere un buon rendimento scolastico non basta solo studiare, sono tanti infatti i fattori da tenere in considerazione per arrivare a risultati d’eccellenza, infatti, anche quelli che a prima vista possono apparire come marginali contribuiscono in realtà in maniera attiva. Uno di questi è senz’altro la concentrazione che se è scarsa fa aumentare a dismisura la difficoltà ad organizzare il lavoro di ogni giorno.

Secondo medici e psicologi la concentrazione a scuola è strettamente legata all’equilibrio psicofisico dell’alunno e si riacquisterebbe con poche regole e una giusta alimentazione, senza esagerare però, senza incappare insomma in quella che è stata battezzata “sindrome da caserma”, la sensazione cioè di dover obbedire ad ordini imposti con il risultato di svalorizzare l’autonomia del ragazzo stesso.

Ecco alcuni consigli per un buon rendimento scolastico: la prima regola da rispettare è il sonno, è importante che lo studente non vada mai a letto dopo le 22, sono necessarie 8 ore di sonno giornaliere per recuperare le energie perdute; gli impegni extrascolastici non devono essere imposti ma si devono percepire come semplici momenti di relax; sì ad un’alimentazione sana ed equilibrata, da evitare grassi e alimenti pesanti che affaticano lo studente e, infine, è il metodo di studio che deve adeguarsi alle esigenze e alle peculiarità dello studente e non viceversa, così da evidenziare punti forti ed andare in soccorso a quelli deboli.

 

Una buona pagella è anche il risultato di ciò che si mangia

Commenti disabilitati su Una buona pagella è anche il risultato di ciò che si mangia

recupero materieÈ proprio vero il rendimento scolastico dipende anche da ciò che mangiamo e a confermarlo gli studi degli esperti dell’università di Padova che si sono soffermati soprattutto sulla colazione, trovando legami inscindibili fra una buona pagella e il primo appuntamento col piatto al mattino.

Ad alimentare questa tesi, studi ad hoc condotti dagli specialisti del Dipartimento di psicologia generale dell’Università degli Studi di Padova capeggiati dal Direttore Umberto Castiello su un gruppo di 25  bambini cosiddetti “breakfast skipper”, ragazzi non abituati a fare colazione. Ogni bambino è stato testato dopo aver assunto tre diversi modelli alimentari, nessuna colazione, colazione a base di cereali e cioccolato e colazione a base di crema spalmabile alla nocciola, evidenziando facilmente come i bambini che assumono crema alla nocciola o cereali mostrano livelli di concentrazione e buon umore maggiori, rispetto a chi non fa colazione.

Older Entries